Impianti Geotermici - Tipologie e componenti
Le tipologie d'impianto si dividono principalmente in 3 sistemi diversi che sono:
  • collettore orizzontale di superficie, adatto a immobili medio - piccoli (35kw max) che abbiano un giardino dove interrare il collettore a scambio diretto ad una profondità di almeno 1,2 mt.
  • collettore in perforazioni verticali del terreno che possono essere superiori o inferiori a 100mt. La differenza di profondità nelle perforazioni è data dal fabbisogno termico dell'immobile e dal terreno.
  • circuito ad acqua freatica adatto per tutti gli immobili e potenze richieste, serve solo una discreta quantità di acqua e che ci sia tutto l'anno. L'acqua si può prelevare da falda, o scambiare l'energia attraverso tubazioni o sistemi studiati all'occorrenza.
Con questi impianti  non sono necessari:
  • la canna fumaria e il camino
  • l'allacciamento alla rete gas e i relativi impianti che siano per il metano, gpl, o gasolio
  • il controllo dei fumi per la caldaia e la pulizia
  • il locale "centrale termica" per gli impianti che superano i 35Kw
  • il terzo responsabile
  • sistemi di controllo fughe gas e locali dedicati

Componenti di un impianto geotermico

Un impianto geotermico è composto da 2 corpi: un generatore di calore elettrico (pompa di calore) e un sistema di captazione di calore dal sottosuolo. Il generatore elettrico è una macchina frigorifera a ciclo inverso in grado di generare acqua calda fino a 55 °C.

L’acqua può essere utilizzata per il riscaldamento o per usi sanitari. Il generatore elettrico ha una potenza in KW termici proporzionali al fabbisogno energetico dell’edificio. Il sistema di captazione può utilizzare come fonte energetica il terreno o l’acqua di falda. Le sonde di captazione del calore da terreno possono essere a rete orizzontale o verticale. Il sistema orizzontale di captazione è costituito da tubi in hdpe all’interno dei quali circola un fluido in grado di “catturare” l’energia del terreno. Un’installazione orizzontale richiede una superficie di captazione pari a quella della superficie calpestabile dell’edificio da riscaldare moltiplicata per 1,3. Il sistema di captazione a sonde verticali richiede minor spazio di quello orizzontale.

Il principio di cattura del calore dal suolo è identico a quello del sistema orizzontale e con la medesima efficienza. Nel caso di funzionamento su acqua di falda la pompa di calore utilizza come vettore energetico direttamente l’acqua prelevata da un pozzo di emungimento. Successivamente al prelievo l’acqua viene restituita in corsi d’acqua superficiali o nuovamente in falda.

Manutenzione

Questa tipologia di impianti non necessita di azioni manutentive specifiche. Il funzionamento elettrico, assimilabile a quello di un normale frigorifero da cucina, non prevede operazioni di manutenzione legati alla presenza di processi di combustione.

 

 

Contatto diretto


Collettore superficie

Collettore verticale

Ad acqua freatica


Idrotermica Trevigiana | P.IVA 01745680262 | Informativa sulla Privacy | Cookies | Web Design by Maxxa.it